Giurisprudenza PEC

Home/Notifiche telematiche/Giurisprudenza PEC

Giurisprudenza PEC: in questa pagina sono elencati una serie di provvedimenti giudiziali, quali sentenze, ordinanze in merito agli orientamenti giurisprudenziali riguardanti PEC e notifiche telematiche

giurisprudenza pec

ANNO 2016

Cassazione sentenza n. 17946 del 13 settembre 2016

(società cancellata nel registro delle imprese, valida la notfica via PEC)

Cassazione n. 15035/2016, sentenza

(Non necessaria la querela di falso per contestare una ricevuta di avvenuta consegna di una pec)

Tribunale di Lecce del 16-03-2016, Ordinanza

(notifica a mezzo pec: occorre provare che il destinatario è in grado di leggere gli atti notificati)

Cassazione del 22/02/2016 n. 3386 Sez. VI Civile, Ordinanza

(valida impugnazione con il deposito della copia trasmessa dalla cancelleria)

Cassazione del 03/02/2016 Ordinanza

(valide le notifiche in cancelleria se l’avvocato non elegge domicilio o non comunica la pec)

Cassazione n. 14/01/2016 n. 6118

(valida la notifica elettronica al difensore del decreto di citazione a giudizio)

ANNO 2015

Cassazione n. 02/11/2015 n. 22352

(notificazione telematica, perfezionamento)

Cassazione, Sezione VI Civile, n. 22892 del 2015

(l’indirizzo pec può solo sostituire una domiciliazione mancante)

Tribunale di Varese, ordinanza del 30 luglio 2015

(rinnovazione, prova di una notifica a mezzo PEC, deposito copia analogica e insufficiente attestazione di conformità)

Tribunale di Milano, Sezione Specializzata Impresa, ordinanza del 23 giugno 2015

(rinnovazione della notifica, atto introduttivo notificato tramite PEC a indirizzo PEC risultante da corrispondenza e non da pubblici elenchi)

Tribunale Venezia del maggio 2015

(mancata intimazione dei testimoni causa mancata apertura allegato PDF alla PEC inviata dalla cancelleria, omissione giustificata)

Tribunale di Torino del 22 aprile 2015

(notifica tramite PEC con ricevuta sintetica in luogo di quella completa di atto di citazione per la chiamata del terzo, mancata costituzione terzo, prova avvenuta notifica insufficiente)

Tribunale di Varese, Sezione Fallimentare del 16 febbraio 2015

(prova insufficiente, in caso di notifica dell’atto tramite PEC fornita mediante supporto analogico attraverso dichiarazione di conformità generica)

ANNO 2014

Corte d’Appello di L’Aquila del 23 ottobre 2014

(mancata elezione domicilio, indicazione indirizzo PEC, esclusa la domiciliazione ex lege presso la cancelleria)

Cassazione Civile Sez. Lav. del 02 luglio 2014 n. 15070

(notifica cancelleria, PEC comunicata ma non attivata)

Tribunale Mantova sentenza del 03/06/2014

(notifica decreto ingiuntivo tramite PEC – decorrenza termini impugnazione, mancata conoscenza applicativi per lettura file firmati digitalmente)

Cassazione Civile Sezione Lavoro del 07/05/2014 n 9876

(domicilio avvocato, PEC, notifica)

ANNO 2013

Cassazione Civile del 28/11/2013 n. 26696

(Domicilio Avvocato, PEC)

Tribunale di Milano ordinanza del 10/04/2013

(art. 51 comma 3 del DL 112/2008 convertito in L. 133/2008 e successive modifiche pec)

ANNO 2012

Log In

Lavori Recenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi